cerca

Chiuso per sorpasso, anzi no

Facciamo così, diciamola tutta senza infingimenti: la Lazio è la migliore squadra del campionato. Dico di più: se la stagione durasse un paio di mesi oltre il dovuto, sarebbero i biancocelesti a vincere meritatamente lo scudetto.

13 Aprile 2015 alle 12:39

Chiuso per sorpasso, anzi no
Chiuso per sorpasso. Anzi no, va’, che poi mi danno di rosicone. Anzi, facciamo così, diciamola tutta senza infingimenti: la Lazio è la migliore squadra del campionato. Dico di più: se la stagione durasse un paio di mesi oltre il dovuto, sarebbero i biancocelesti a vincere meritatamente lo scudetto. Anzi, guarda, voglio rovinarmi: gli auguro di vincere la Coppa Italia in finale con la Juventus, così da impedire ai gobbi di cucirsi sulla maglia la stelletta argentata. Che altro? Ah, sì, c’è anche un altro derby da giocare, con la Lazio: è chiaro, è di un’evidenza assoluta che perderemo di brutto. Anzi… anzi… anzi… E insomma più di così non so fare, per tirargliela, a quei mostri lì allenati da Pioli, venuti da non so dove. Non dovesse bastare, fategliela voi la macumba. Se vi riesce.

Alessandro Giuli

Alessandro Giuli nasce a Roma il 27 settembre del 1975. Maturità classica e studi filosofici, viene sradicato dall’Università nel 2000 per entrare alla redazione del Foglio rosa del lunedì e istruito nella scrittura giornalistica da Giorgio Dell’Arti. Nel 2004 entra al Foglio come redattore di politica interna. Nel 2007 pubblica con Einaudi “Il passo delle oche”, pamphlet sulla destra postfascista dedicato dall’autore ai propri nonni di Salò. Dal 2008 è vicedirettore del Foglio. Dal febbraio 2015 al gennaio 2017 è condirettore.

Più Visti

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi