cerca

Cercansi reagenti disperatamente

Siamo entrati nella fase 2 senza la materia prima, e la richiesta del commissario Arcuri per i test per diagnosticare la positività al Covid-19 è stata lanciata solo l’11 maggio

18 Maggio 2020 alle 09:00

Cercansi reagenti disperatamente

foto LaPresse

Un altro problema del momento è la ricerca dei reagenti. Siamo entrati nella fase 2 senza la materia prima, e la richiesta del commissario Arcuri per i test per diagnosticare la positività al Covid-19 è stata lanciata solo l’11 maggio e difficilmente sarà la soluzione. Per venire incontro al fabbisogno urgente delle regioni i test “dovranno essere disponibili da subito” e “comunque entro un massimo di 15 giorni dall’accettazione dell’offerta”. Andiamo quindi ai primi di giugno, cercando di riparare in...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Più Visti

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • albertoxmura

    18 Maggio 2020 - 18:02

    Si sarebbe dovuto pensare all'approvvigionamento di reagenti e mascherine nonché al potenziamento dei laboratori di analisi sin dal mese di gennaio. Invece si "riapre" quando ancora nulla di tutto ciò è disponibile. Il confinamento era necessario, ma bisognava prepararsi per tempo per la successiva riapertura, con indagini bioepidemiologiche a campione, screening di massa nelle zone rosse, strutture attrezzate per l'isolamento dei positivi asintomatici, organizzazione con mezzi informatici e personale per la tracciatura, abbondanza di mezzi di protezione. Invece si riapre praticamente indifesi, mentre l'epidemia è lungi dall'essere stata domata. Mah.

    Report

    Rispondi

Servizi