cerca

Anche questo Natale sono in tanti a fare piangere Gesù bambino

Preghiera contro l’apostasia del clero

23 Dicembre 2017 alle 06:00

Anche questo Natale sono in tanti a fare piangere Gesù bambino

Antoniazzo Romano, Natività e i santi Andrea e Lorenzo, 1609

“Tu piangi per vederti da me ingrato / dopo sì grande amor, sì poco amato!”. Caro eletto pargoletto, Sant’Alfonso Maria de’ Liguori ti ha immaginato piangente, nella grotta di Betlemme, non per i motivi che fanno singhiozzare i bambini normali, ad esempio la fame, ma per il disamore che sapevi ti avrebbe circondato. Anche questo Natale saranno in tanti a farti piangere. Il cardinale di Firenze che ha deciso di vendere terra cristiana, da te pagata a caro prezzo, ai maomettani che ci costruiranno una moschea dove negheranno la tua divinità. L’abate di Montevergine che ha donato il presepe dal forte sentore omosessualista allestito in piazza San Pietro. I dodici preti friulani che proprio a Natale hanno scritto una lettera per esortare gli italiani a farsi invadere e islamizzare, o, panteistica alternativa, a tralasciare il culto del Padre per abbracciare quello di Madre Terra. Eccetera. Caro eletto pargoletto, contro l’apostasia del clero io non posso fare nulla, posso soltanto cantare, con le parole di Sant’Alfonso, “Caro non pianger più, ch’io t’amo e t’amo”.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • giantrombetta

    23 Dicembre 2017 - 09:09

    Camillo, mi tormenta un interrogativo diciamo così cronistico. Leggo che in molte scuole, preso atto di classi di studenti e alunni ormai multietniche e multireligiosita, si bandisce il presepe, e mi chiedo: se Natale e’ in calendario ancora come festività nazionale che celebra una nascita, se si nega l’identita’ del nascituro la nascita di chi si celebra e festeggia? Oso pensare d’avere almeno il diritto a una risposta, se non dalle autorità civili e religiose, da presidi e professori che si proclamano legittimi interpreti dei nostri tempi. Per me, beninteso, sciagurati.

    Report

    Rispondi

  • giantrombetta

    23 Dicembre 2017 - 08:08

    Carissimo Camillo, non so quanti Natali ancora ci sarà consentito di celebrare come nascita del Salvatore. Il mio augurio di un Nuon Santo Natale ti giunga quest’anno con questa tormentata consapevolezza. Ho riletto pagine dei Vangeli, ma pure le profezie della Beata monaca Emmerick. Ho riletto Papa Ratzinger, ma purtroppo leggo pure le cronache del Vaticano e i pronunciamenti di molti Ministri del culto. Auguri di cuore.

    Report

    Rispondi

Servizi