Lo statalismo necrofilo della pillola dei 5 giorni dopo

Camillo Langone

Il farmaco portamorte non necessita più di ricetta. A differenza di altri che invece salvano la vita

Leggo che la pillola dei cinque giorni dopo non abbisogna più di ricetta. E che pertanto le vendite sono cresciute del 96% in dieci mesi. Può darsi che distribuire un ormone para-abortivo nelle para-farmacie sia giusto, non ho una posizione precisissima in merito. Noto però che, mentre un farmaco portamorte è in libera vendita, per molti farmaci salvavita (ad esempio gli anti-ipertensivi) la ricetta è sempre obbligatoria. Pertanto non si dica che lo Stato tutela i diritti e la salute delle donne, si dica invece che lo Stato, oscuro Leviatano, concede alle donne la libertà di uccidere ma non quella di curarsi. Statalismo necrofilo.

Di più su questi argomenti:
  • Camillo Langone
  • Vive a Parma. Scrive sui giornali e pubblica libri: l'ultimo è "Eccellenti pittori. Gli artisti italiani di oggi da conoscere, ammirare e collezionare" (Marsilio).