L'intervista

Mostarda: "Mi volevano in Calabria, poi sono scomparsi. Pago il mio impegno civico"

Prima cercato e poi scaricato. Parla Narciso Mostarda, l'ultimo protagonista di questa galleria degli errori del governo

Simone Canettieri

Parla il commissario mancato. Contro di lui i veti del M5s: "Feci l'assessore in una giunta civica a Frosinone e non me ne vergogno. Da psichiatra, prima che da manager, noto una certa anaffettività nella gestione della cosa pubblica"

Di più su questi argomenti:
  • Simone Canettieri
  • Viterbese, 1982. Al Foglio da settembre 2020 come caposervizio. Otto anni al Messaggero (in cronaca e al politico). Prima ancora in Emilia Romagna come corrispondente (fra nascita del M5s e terremoto), a Firenze come redattore del Nuovo Corriere (alle prese tutte le mattine con cronaca nera e giudiziaria). Ha iniziato a Viterbo a 19 anni con il pattinaggio e il calcio minore, poi a 26 anni ha strappato la prima assunzione. Ha scritto per Oggi, Linkiesta, inserti di viaggi e gastronomia. Ha collaborato con RadioRai, ma anche con emittenti televisive e radiofoniche locali che non  pagavano mai. Premio Agnes 2020 per la carta stampata in Italia.