cav. forever

Berlusconi ora gioca a governare

L'impressione è che Berlusconi ci sarà sempre, comunque vada a finire, oltre la politica e la biologia

Salvatore Merlo

I corteggiamenti di Zingaretti e lo sgambetto di Salvini. L’assente più presente della politica è riabilitato dai nemici politici e televisivi. Proprio come quei personaggi di Beckett che si manifestavano solo attraverso le bobine d’un magnetofono, anche Berlusconi infatti è tornato solido e ubiquo attraverso il solo uso della voce. È l’assente incombente

Di più su questi argomenti:
  • Salvatore Merlo
  • Milano 1982, vicedirettore del Foglio. Cresciuto a Catania, liceo classico “Galileo” a Firenze, tre lauree a Siena e una parentesi erasmiana a Nottingham. Un tirocinio in epoca universitaria al Corriere del Mezzogiorno (redazione di Bari), ho collaborato con Radiotre, Panorama e Raiuno. Lavoro al Foglio dal 2007. Ho scritto per Mondadori "Fummo giovani soltanto allora", la vita spericolata del giovane Indro Montanelli.