TABACCHERIA

Roberti Giachetti, tra i meglio tra i deputati del Pd, e finissimo vicepresidente a Montecitorio, ha due aspettative, al momento: ripristinare il Mattarellum (hai visto mai, a evitare danni peggiori) e aprire allo smercio di canne in tabaccheria.

25 Marzo 2015 alle 17:56

TABACCHERIA
TABACCHERIA. Roberti Giachetti, tra i meglio tra i deputati del Pd, e finissimo vicepresidente a Montecitorio, ha due aspettative, al momento: ripristinare il Mattarellum (hai visto mai, a evitare danni peggiori) e aprire allo smercio di canne in tabaccheria. Per come stanno messe le cose, e osservata l’impuntatura renziana sull’Italicum, più facile che venga approvata la vendita di canne pure in merceria e all’edicola e negli ovetti al cioccolato, che avere soddisfazione sul mai sopito Mattarellum. Per il resto, Giachetti ha ragione, non fosse che per il suo richiamo colto, che certo alla canna non meno che a Pessoa e alla sua famosa “Tabaccheria” si ispira – “alla Tabaccheria dall’altra parte della strada, come cosa reale dal di fuori / e alla sensazione che tutto è sogno, come cosa reale dal di dentro”. Esattamente l’effetto possibile. Sennò, più prosaicamente, basta la tabaccaia felliniana dalle grandi tette

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi