Nella culla dell’insolenza, la Sapienza, arrivano gli odiatori d’Israele

La Israeli Apartheid Week, la settimana dell’odio di Israele, con proiezioni di film su Gaza, dibattiti e lezioni da parte di chi organizza il boicottaggio accademico dello stato ebraico trova posto nella prima università di Roma.

2 Marzo 2016 alle 06:15

Nella culla dell’insolenza, la Sapienza, arrivano gli odiatori d’Israele

E’ stata una grande università europea, fondata nel 1303 da Bonifacio VIII. E’ diventata una piccola culla dell’insolenza ideologica e politica, dove in nome della cultura si pratica il teppismo intellettuale. L’Università La Sapienza è la stessa in cui fu aggredito Renzo De Felice, dove hanno insegnato i cattivi maestri della cultura italiana e che qualche anno fa ha tolto la parola a Josef Ratzinger (organizzò il tutto un gruppo di professori “fedeli alla ragione”).

 

Da oggi a venerdì andrà in scena alla Sapienza, organizzata presso la Facoltà di Economia, la Israeli Apartheid Week, la settimana dell’odio di Israele, con proiezioni di film su Gaza, dibattiti e lezioni da parte di chi organizza il boicottaggio accademico dello stato ebraico.

 

Roma: Mercoledì a La Sapienza per la Settimana contro l’apartheid israeliana: Proiezione "Un sogno a Gaza" e Dibattito #IsraeliApartheidWeek ►Tutte le iniziative in Italia: http://bdsitalia.org/iaw2016

Pubblicato da BDS Italia su  Lunedì 29 febbraio 2016

 

Il promotore della campagna, Omar Barghouti, in una demenziale intervista al Fatto Quotidiano paragona le università israeliane a quelle tedesche sotto il nazismo. Non è che forse La Sapienza andrebbe ribattezzata L’Insipienza?

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi