cerca

Era di maggio

Unirsi nel sollievo, non nella lotta, per non sentirsi soli. Quest’anno al concertone il più impegnato era un ragazzo con strass e paillettes

4 Maggio 2019 alle 06:06

Era di maggio

foto LaPresse

Il più politico di tutti, a piazza San Giovanni, è stato Achille Lauro. Ha detto: “Chiedo gentilmente a tutti di spegnere il cellulare e godersi la festa. Chiederei anche di levare i vestiti, ma sarebbe troppo”.     L’impegno politico non è sparito, ma è cambiato: è diventato occuparsi di sé, o del mondo affinché si occupi di te Samuel dei Subsonica, dopo Silvestri e Agnelli e Anastasio, è stato il solo a ricordare che il Primo maggio è il...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Simonetta Sciandivasci

Nata a Tricarico nel 1985 e cresciuta tra Matera e Ferrandina, ora vive a Roma, senza patente. Libri, uno: La Domenica Lasciami Sola (Baldini&Castoldi, 2014). Scrive su Il Foglio, Linkiesta, Rolling Stone, La Verità. È redattrice di Nuovi Argomenti.
Tanto vale vivere.

Più Visti

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi