cerca

Chi sparecchia a destra? Il 14 a scuola. Con bagaglio a mano!

Chi ha scritto al direttore Claudio Cerasa

27 Giugno 2020 alle 06:15

Chi sparecchia a destra? Il 14 a scuola. Con bagaglio a mano!

Lucia Azzolina (foto LaPresse)

Al direttore - La scuola riparte il 14 settembre, ok alle cartelle nelle cappelliere, altro che Alitalia.

Giuseppe De Filippi

A proposito di riapertura delle scuole e a proposito di ottimismo. Due giorni fa Bloomberg ha dato spazio a uno studio interessante svolto in Francia dall’Institut Pasteur. Ad aprile, alcuni scienziati, con il sostegno dell’Agenzia sanitaria regionale dell’Hauts-de-France, hanno condotto un’indagine epidemiologica su 1.340 persone legate alle scuole elementari di Crépy-en-Valois, un comune francese di 14.133 abitanti situato nel dipartimento dell’Oise della regione dell’Hauts-de-France. Lo studio, scrive Bloomberg, confermerebbe che i bambini sembrano mostrare meno sintomi rivelatori rispetto agli adulti ed essere meno contagiosi e che i bambini che si infettano tendenzialmente vengono contagiati non da altri bambini ma da adulti. Fosse davvero così, la riapertura delle scuole, anche in Italia, potrebbe essere meno traumatica del previsto.

  

Al direttore - Sbaglio o tempo fa Salvini chiedeva di candidare in Puglia e Campania tutti tranne che Fitto e Caldoro?

Luca Martoni

Più o meno. Eccola qui una piccola chicca, per fotografare, in poche righe, la parabola di Matteo Salvini. Il 12 febbraio, poco prima dello scoppio della pandemia – anche se ieri alcuni giornali spagnoli hanno scritto che in Spagna, a Barcellona in particolare, sono state rilevate tracce di Covid-19 in campioni di acque reflue già il 12 marzo 2019, il che significa che il virus era già presente in Europa ben prima che la Cina nascondesse i suoi casi più gravi – in quella data, si diceva, il 12 febbraio, Salvini venne intervistato da Radio Radio, in una conversazione che oggi trovate sul sito del Foglio, e rispetto al futuro, e rispetto alle regionali di Puglia e Campania, disse quanto segue. “Ma non si può il centrodestra mettere intorno a un tavolo e scegliere nomi nuovi? Magari che non sono lì da vent’anni? Qualcuno che non sia sempre lo stesso. Perché la gente come altrove mi chiede: non riproponeteli…”. Ebbene. Il centrodestra un tempo trainato da Salvini ha scelto per la Puglia un candidato governatore che giusto vent’anni fa (19 maggio 2000) diventava governatore della Puglia (Raffaele Fitto) e per la Campania ha scelto un candidato governatore che ha già governato la Campania dieci anni fa (2010) e che ventuno anni fa veniva scelto dal centrodestra (nel 1999) per la presidenza della provincia di Napoli. Un anno fa, il centrodestra ballava la musica del Papeete. Oggi, il centrodestra, con intelligenza, sta facendo abituare Salvini a sparecchiare i tavoli.

  

Al direttore - Non risponde al gip che a distanza di pochi giorni gli nega il colloquio con i genitori e la sorella accogliendo il parere del pm che nero su bianco motiva: “Anche alla luce dell’esito dell’interrogatorio di garanzia”. Nico Aurigemma, anarchico arrestato il 12 giugno insieme ad altre persone a Roma per associazione sovversiva, si era avvalso della facoltà di non rispondere, un suo diritto. Per questo non potrà vedere i suoi famigliari né ricevere loro telefonate. Si tratta di una evidente violazione dei suoi diritti di indagato e di detenuto da parte soprattutto del gip che dovrebbe essere terzo e imparziale. E’ la giustizia, bellezza.

Frank Cimini

Più Visti

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi