Il ritardo dell’Ue

Reporter:

Micol Flammini

5

11/03/2020

Roma. La risposta europea non si può più rimandare e i segnali ci sono tutti: il coronavirus non è più un affare soltanto italiano. Le istituzioni hanno impiegato del tempo per rendersene conto, ma nessuno nel mondo è stato in grado di reagire con rapidità all’epidemia e al suo incedere. L’Italia in testa a tutti, a seguire Francia e Germania e gli altri paesi, hanno bisogno dell’Unione e di una sua risposta coordinata. Il Covid-19 ha iniziato a stravolgere la...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.