La paura invisibile

Marianna Rizzini

Reporter:

Marianna Rizzini

7

27/02/2020

Roma. L’emergenza non c’è, dice il sindaco Virginia Raggi, parlando in Campidoglio di Coronavirus. L’attenzione è alta, aggiunge. E però l’emergenza è come se corresse sottopelle, con un’inquietudine strisciante pronta a esplodere. Tanti piccoli indizi portano alla prova: il panico che nessuno dichiara e vuole è già in parte elemento del contesto, anche se frenato (e magari, si spera, reversibile, se la gestione e narrazione della crisi sanitaria lo consentiranno). A Roma le scuole sono aperte, Roma non è chiusa...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.