Cari Amici, care Sardine

1

27/02/2020

C i siamo sbombardati per alcuni mesi, tra un pensamento di Piero Ignazi e uno scatarro di Piero Senaldi, un editoriale di Ezio Mauro e persino le sedute spiritiche di Romano Prodi, attorno a un quesito politologico che all’Italia era sembrato, per un po’, cruciale: le Sardine si normalizzeranno? O addirittura: diventeranno un partito? E niente. A noi le Sardine sono state, soprattutto all’inizio e fino alla tranvata di Salvini in Emilia-Romagna, molto simpatiche. Boccata d’aria, allegria invece che odio....

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.