La Corea del sud in emergenza: è il secondo paese per contagi

L’epidemia iniziata all’improvviso, dopo il raduno di una setta. E ora paura e irrazionalità rischiano di far danni

Giulia Pompili

Reporter:

Giulia Pompili

5

25/02/2020

Roma. Se perfino i Bts, cioè la boyband più famosa del mondo, la macchina da soldi del soft power di Seul, ieri sono stati costretti a cancellare la mastodontica conferenza stampa di lancio del nuovo album “Map of the Soul: 7”, vuol dire che la Corea del sud sta prendendo molto seriamente la sindrome simil-influenzale da coronavirus. Per l’Oms non è ancora il momento di chiamarla una pandemia, ma il mondo deve “prepararsi a questa eventualità”. I “centri di contagio”,...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.