Trump, Orwell e il linguaggio

Manipolare quello che diciamo non è appannaggio delle dittature Scrive il Financial Times (16/1)

7

24/02/2020

Quando il romanzo ‘1984’  di George Orwell è uscito molti lo hanno interpretato come un’anatomia del totalitarismo: dopo le rivelazioni di Edward Snowden sul programma di spionaggio del governo americano nel 2013 è stato letto come un’anticipazione dell’epoca della sorveglianza digitale” scrive Simon Kuper. “Nell’era trumpiana dei ‘fatti alternativi’ il libro è tornato a essere visto come una difesa della verità.  Sono un grande appassionato di Orwell e il suo libro a cui pensò più spesso non è  ‘1984’  ma...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.