Una missione a metà in Libia

Il blocco navale Ue rischia di essere un regalo a chi assedia Tripoli

3

19/02/2020

L’Unione europea invia una nuova missione navale nelle acque del Mediterraneo per fermare il traffico di armi verso la Libia. Bene, ma c’è un punto fondamentale da chiarire altrimenti sarà tutto inutile. Le armi arrivano in Libia da due rotte diverse. La prima rotta è quella che parte dalla Turchia e va a rifornire via mare i porti di Misurata e di Tripoli e serve a portare armi al governo di Accordo nazionale di Fayez al Serraj. La seconda rotta...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.