Agenzie statali o agenti di propaganda? Il caso Anpal e la bufala dei 40 mila posti creati dal circuito del reddito di cittadinanza

1

18/02/2020

L o scarso rispetto nei confronti dei cittadini, della Costituzione (l’art. 97 sull’imparzialità dell’amministrazione pubblica) e la mancanza di deontologia professionale stanno raggiungendo livelli davvero preoccupanti. Mai, come nel caso del reddito di cittadinanza, le agenzie pubbliche statali erano state trasformate in agenzie di propaganda politica al servizio del M5s. Non bastavano i numeri inventati dell’Inps sul “-60 per cento di povertà assoluta” grazie al reddito di cittadinanza sbandierati dal presidente Pasquale Tridico. Ora arriva anche l’altro professore, Mimmo Parisi,...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.