“Mia cara Francia, non capitolare agli islamisti”. Parla Waleed al Husseini

Giulio Meotti

Reporter:

Giulio Meotti

2

12/02/2020

Roma. Waleed al Husseini è stato meno fortunato di Mila, la liceale francese minacciata pesantemente di morte per alcune frasi su Instagram contro l’islam, costretta a girare con la scorta, a nascondersi e a cambiare scuola. Waleed ha trascorso dieci mesi in una prigione palestinese per lo stesso crimine di Mila: “blasfemia”. All’ambasciata francese di Amman, Waleed chiese asilo politico, riparando poi a Parigi, dove non poteva di certo immaginare che la classe dirigente francese avrebbe capitolato di fronte al...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.