Per Mps ritorno a ostacoli sul mercato

La scissione dei crediti cattivi non basta se c’è un contenzioso da 4,7 miliardi

3

05/02/2020

Il via libera della Commissione europea al piano di scissione di 10-12 miliardi di crediti deteriorati di Mps e il successivo trasferimento ad Amco (l’ex Sga) è molto atteso non solo perché decisivo per il ritorno sul mercato della banca controllata dal Mef, ma perché potrebbe rilanciare operazioni di aggregazione tra istituti italiani di medio-piccole dimensioni. Il consolidamento bancario è visto, infatti, con favore dall’Unione europea perché rafforza la stabilità dell’intero sistema del credito. Così, le indiscrezioni di stampa sull’arrivo...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.