Una buona sentenza europea rivoluziona il mercato delle farmacie

Reporter:

Rocco Todero

3

28/01/2020

L a Corte di Giustizia dell’Unione Europea e la Corte europea dei diritti dell’uomo ci ricordano ciclicamente come siamo diventati un paese all’interno del quale le stramberie più impensabili sono state elevate al rango di pretese e diritti soggettivi che recano l’imprimatur della legge statale. E’ già singolare che in Italia i comuni possano essere proprietari di farmacie e che un’amministrazione pubblica si intesti il diritto di esercitare un’attività commerciale, per quanto d’interesse pubblico. Se a questo si aggiunge che...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.