Il M5s c’è ma non si vede

Luciano Capone

Reporter:

Luciano Capone

1

28/01/2020

Roma. Alla fine, per un partito che si sta sbriciolando, la strategia più lucida era quella di Luigi Di Maio: per il M5s era molto meglio non presentarsi alle regionali. Se non avesse partecipato alla competizione sarebbe potuto apparire determinante per la vittoria del centrosinistra in Emilia-Romagna: il M5s avrebbe potuto vantarsi di valere almeno quell’8 per cento – che è il distacco che ha consentito a Bonaccini di battere la Borgonzoni – e il Pd avrebbe finito per crederci...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.