Farsi guidare dal cardinale di Bologna Zuppi nei territori dell’odio (o del diavolo). Salvini c’entra, ma il posto più pericoloso è la chiesa

Maurizio Crippa

Reporter:

Maurizio Crippa

1

23/01/2020

Q uando è uscito, un paio di mesi fa, stava detonando la battaglia politica per l’Emilia-Romagna e venne facile incasellarlo come un libro contro Salvini, sprecando la lettura. Del resto si era nel clima della furiosa (nel senso di Orlando) tempesta dottrinale-sostituzionista dei tortellini senza carne (lui non c’entrava, ma nel libro ricorda che pure Papa Francesco, giunto a Bologna, fu accusato di sacrilegio per aver portato i poveri a mangiare dentro a San Petronio). E si era al debutto...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.