In memoria di Roger Scruton, una luce in un mondo di sciacalli postmoderni

Riusciva a scrivere con competenza di un’infinità di argomenti, Ma più di tutto era innamorato del patrimonio culturale di cui si sentiva figlio Scrive Quillette (14/1)

6

20/01/2020

Quando ho ricevuto la notizia che Roger Scruton era morto ho avuto una fitta al cuore”, scrive Barbara Kay su Quillette. “Non l’ho mai incontrato di persona, anche se le nostre strade si sono incrociate una volta. E io non sono quel tipo di fan che dice cose tipo ‘è come se lo conoscessi’, perché non sono una sentimentale. Ma era un pensatore, e uno scrittore, che io ammiravo profondamente. Lui era un faro della ragione in un’epoca dominata dall’irrazionalità....

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.