ERA MIO PADRE

Reporter:

Simonetta Sciandivasci

5

17/01/2020

C onosco mio padre senza capirlo. O forse è il contrario. Capisco mio padre senza conoscerlo. E’ qualcosa di intenso, misterioso, sciamanico, e soprattutto faticoso. Esiste, tra me e lui, una specie di barriera, che si fa sentire e vedere quando parliamo ma sparisce quando ci guardiamo, naturalmente da lontano, che non so dire se sia una frontiera, e se sia superabile semplicemente aspettando il mio turno e pagando la dogana. Con mio padre è difficile distinguere un muro da...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.