Il sindaco ha ragione sulle bancarelle, ma sta facendo degli errori

Piccola inchiesta tra i famosi “urtisti” della comunità ebraica. Le offerte di Raggi, la fretta e le richieste talvolta esose

7

16/01/2020

Roma. E’ un artificio retorico ricorrente, per chi governa o vuole governare la città di Roma, quello di voler “liberare i luoghi storici” della Capitale dalle bancarelle. Oggi questa sempiterna promessa è scandita dal sindaco Virginia Raggi, che sui social annuncia trionfalmente di aver restituito Fontana di Trevi all’antico splendore, facendo spostare chi ne ostruiva la vista. Ma è così? Ovviamente no. L’operazione – pur tentata e bisogna darne atto – è appena all’inizio. E già ha scatenato proteste da...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.