Nel M5s c’è chi vuole limitare il potere di Casaleggio. Impossibile

Il posto di comando dell’erede di Gianroberto è blindato da due statuti. E per cambiarli bisogna passare per Rousseau

Luciano Capone

Reporter:

Luciano Capone

7

15/01/2020

Roma. Nel M5s è partita la rivolta per spodestare Davide Casaleggio. Nel partito della democrazia diretta dell’“unovaleuno”, nato per superare la democrazia rappresentativa, qualcuno deve essersi accorto che la struttura di comando è invece piuttosto antica e si basa sul modello monarchico-ereditario in cui uno, per diritto successorio, vale più di tutti. Non sono stati molto reattivi. L’ex ministro Lorenzo Fioramonti, ad esempio, che lì dentro era considerato uno dei più svegli, dopo essere uscito dal partito ha dichiarato in...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.