Troppa pressione su Serraj a Tripoli (e Di Maio è tentato da Haftar)

Il volo discreto di Bashagha

1

10/01/2020

Roma. Con la decisione di rifiutare l’incontro con il premier Conte a Roma viene fuori il grande problema del leader Fayez al Serraj: fuori dalla Libia rappresenta il governo assediato di Tripoli grazie alla sua presenza rassicurante da nonno gentile che piace negli incontri internazionali, ma in patria deve obbedire a blocchi di potere che gli dettano cosa fare. La decisione mercoledì di non atterrare a Roma e di tirare dritto verso Tripoli è stata presa da lui – dice...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.