L’“ostaggio di giustizia”

Il j’accuse di Carlos Ghosn, ex re di Renault-Nissan, contro il sistema giapponese privo di presunzione di innocenza. Com’è che Netflix non ha ancora opzionato la storia?

8

10/01/2020

Sono fuggito non dalla giustizia, ma dalla malagiustizia”, ha detto Ghosn, accusato di aver preso una mega liquidazione in nero (140 milioni di dollari), e di averne sottratti altri 5 dalle casse aziendali. Lui però si considera perseguitato da un sistema giudiziario che “viola i più basilari principi di umanità”, ha detto, specificando come si sentisse “un ostaggio”. Ghosn è stato tenuto infatti in manette e poi con “una specie di guinzaglio”, insomma è stato trascinato in ceppi, nipponici ma...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.