La guerra di civilta’ e’ verde

La lotta ecologista rischia di essere non contro il carbonio ma contro un’idea di mondo libero. Dall’estremismo di Rousseau ai tic antidemografici. Intervista a Olivier Babeau

Giulio Meotti

Reporter:

Giulio Meotti

5

08/01/2020

L’ ecologismo contemporaneo, almeno nella forma estrema che avanza attraverso i media, non è tanto un desiderio di preservare la natura, quanto una forma di misantropia”. Saggista (il suo ultimo libro è “Éloge de l’hypocrisie”), presidente dell’Institut Sapiens e docente all’Università di Bordeaux, Olivier Babeau ritiene che l’ambientalismo di cui siamo testimoni non sia altro che un nuovo progetto collettivo degli occidentali: “Sparire senza lasciare traccia. La preoccupazione per l’ambiente oggi assume la forma di una costante per ridurre al...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.