Suggestioni vitruviane. L’arte d’oggi celebra Leonardo nel “suo” aeroporto

Reporter:

Maria Carla Sicilia

4

27/12/2019

Roma. Periferia sud di Torino, 1997. I primi graffiti disegnati dai ragazzi del gruppo Truly Urban Artists si trovano tra i depositi ferroviari e le fabbriche abbandonate del capoluogo piemontese, una palestra come poche in quegli anni per chi aveva qualcosa da dire e la passione per l’arte urbana. “Torino è stata un’oasi felice – racconta al Foglio Emiliano Fava, uno dei tre ragazzi del collettivo – Quando abbiamo iniziato a disegnare, la città era all’avanguardia sull’attribuzione di spazi legali...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.