Lo strano caso dei post di Beppe Grillo che piacciono a Pechino

La Cina in poco tempo da orrido regime è diventata un modello. Al garante-influencer una domanda: “Chi vi paga?!” (cit.)

Luciano Capone

Reporter:

Luciano Capone

5

24/12/2019

Roma. Per anni ha definito i giornalisti “pennivendoli”, costruendo sulla retorica della stampa “prezzolata” gran parte del suo successo personale e politico, e ora emerge che chi si è messo in vendita è proprio lui. Beppe Grillo non è il blogger “indipendente”, l’unica voce libera di un sistema informativo corrotto, ma un influencer politico, che si fa pagare per promuovere “contenuti” sul suo blog e sui social network: la Chiara Ferragni della politica italiana (sia detto con massimo rispetto per...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.