L’impatto indelebile che le ragazze (molte con il camice da medico e senza velo) lasciano sulla protesta per la libertà a Baghdad

Daniele Raineri

Reporter:

Daniele Raineri

1

19/12/2019

Baghdad, dal nostro inviato. Le chance di successo della protesta irachena sono basse. C’è una sproporzione spaventosa fra i manifestanti disarmati di Baghdad e la macchina di repressione ben rodata delle milizie appoggiate dall’Iran. Ma questi due mesi e mezzo di sit-in in piazza sono un esperimento che va molto oltre la politica e il cambiamento più interessante riguarda le donne. L’Iraq è un paese musulmano rigido e conservatore, eppure in piazza si vedono molte giovani che si sono prese...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.