“La fine del nostro evo”

Giulio Meotti

Reporter:

Giulio Meotti

1

18/12/2019

Roma. “Nelle ultime settimane non ho fatto che pensare alla fine apocalittica del nostro evo. Ho la convinzione che tutto finirà, molto presto, forse addirittura in trenta, quarant’anni; arte, cultura, filosofia – tutto ciò andrà al diavolo. L’Europa non è in coma. Tutto quel che riguarda la nostra epoca (Kali Yuga), crollerà in modo apocalittico”. A scriverlo è Mircea Eliade all’amico Emil Cioran. Il primo è il grande specialista di storia delle religioni, il Pico della Mirandola del XX secolo...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.