Politica, magistrati e cortocircuiti

1

13/12/2019

Roma. Un filo sottile sembra legare l’inchiesta giudiziaria sulla fondazione renziana Open, portata avanti dalla procura di Firenze, e la nomina del nuovo procuratore capo di Roma, finita al centro dello scandalo che lo scorso giugno ha travolto il Consiglio superiore della magistratura. Un filo che, nonostante le dinamiche preoccupanti svelate dallo scandalo togato, continua a chiamare in causa nomine pesanti, giochi correntizi e aspirazioni di carriera.Ieri la Quinta commissione del Csm, quella competente sul conferimento degli incarichi direttivi, è...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.