L’ascesa irresistibile di Luis Antonio Tagle, il nuovo Papa rosso che del Concilio promuove l’ermeneutica della discontinuità

1

10/12/2019

Roma. Quella del cardinale Luis Antonio Tagle a prefetto della congregazione per l’Evangelizzazione dei popoli, la vecchia Propaganda fide, è una nomina di peso. Forse la più importante del pontificato bergogliano perché sa tanto di investitura, un po’ come fu la stola che Paolo VI si tolse per metterla sulle spalle di un imbarazzato patriarca di Venezia Albino Luciani. Da tempo si vociferava in curia di una promozione “romana” del sessantaduenne arcivescovo di Manila, ma pochi ritenevano che il trasferimento...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.