Un Foglio internazionale

9

25/11/2019

Il libraio di Hong Kong Lam Wing-kee – scrive Jillian Kay Melchior – stava andando a fare visita alla propria ragazza quando la polizia cinese lo arrestò al confine. Gli ufficiali gli confiscarono i suoi averi e lo trascinarono dentro un camioncino. In seguito, la visione di una faccia conosciuta alla stazione di polizia di Shenzhen lo inondò di sollievo. Ma ciò che successe dopo lo terrorizzò”. Questo fatto risale al 2015, ma già prima il signor Lam era stato...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.