Calenda, una risorsa futurista

Un bel manifesto per Azione. Occhio a non fare la retorica dell’antipopulismo

3

22/11/2019

Ora basta!” l’abbiamo già sentita in qualsiasi fronte insurrezionale del secolo scorso, “l’Italia è un grande paese” non è esattamente nuova da queste parti. Ma fermarsi alla prima frase, al profumo un po’ populista e adatto ai tempi, sarebbe sbagliato. La lingua del manifesto fondativo di Azione, il nuovo partito (ma sarà permessa la doppia tessera, non intende essere divisivo) presentato ieri da Carlo Calenda con Matteo Richetti ha invece un sapore frizzante di futurismo, da avanguardie del Novecento. “Azione...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.