Da “flessibilità” a “tesoretto”: breve guida alle favole dei politicanti

L’arte di presentare desideri come fatti non ha colore politico. Vale una sola regola: rifuggire dai concetti complessi

9

21/11/2019

I dati sull’Italia recentemente pubblicati dalla Commissione Ue mostrano una situazione poco confortante: zero crescita, poco lavoro, disuguaglianze in aumento e molto debito. Questi problemi non sono nuovi. La debolezza dell’economia italiana ha origini lontane. E’ da circa vent’anni che la produttività – vero motore dello sviluppo – è stagnante ed è da oltre un decennio che il rapporto debito/pil cresce tanto da aver superato il 132 per cento del pil, il secondo livello più elevato della zona euro dopo...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.