I giorni di Fiume e le brame di un seduttore insaziabile di protagonismo

2

19/11/2019

I l 16 giugno 1914, quando mancano pochi giorni alle revolverate di Sarajevo che metteranno in moto i massacri della Prima guerra mondiale, un Gabriele D’Annunzio cinquantunenne che da quattro anni viveva in Francia incontra l’ambasciatore francese a San Pietroburgo, al quale si rivolge così: “Questa guerra imminente che sembrate temere, ebbene io la invoco con tutte le forze della mia anima”. L’uomo che aveva dietro di sé decenni di successi in ciascun genere letterario, il primattore che trasformava in...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.