Dopo sei anni e mezzo di pontificato Washington resta ben lontana da Roma

Nel segno della continuità (conservatrice) i nuovi vertici episcopali. Royal: “Qui la sinodalità bergogliana non è arrivata”

Matteo Matzuzzi

Reporter:

Matteo Matzuzzi

5

19/11/2019

Roma. La scorsa settimana i vescovi degli Stati Uniti si sono riuniti in assemblea per eleggere i nuovi vertici, non solo il presidente e il vicepresidente ma anche i responsabili delle varie commissioni. E’ un appuntamento triennale atteso perché funge da barometro per capire l’orientamento che si respira nella vasta (e potente) compagine episcopal nordamericana. Certo, ci sono i comunicati, le lettere pastorali, le photo opportunity, ma gli umori reali vengono affidati al segreto dell’urna. In epoca bergogliana, con una...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.