Cartellone

6

06/11/2019

di Luca Fiore Concerie, allevamenti equini, horti conclusi medievali. L’universo di Berlinde De Bruyckere è influenzato dai suoi antecedenti biografici: padre macellaio e madre devota cattolica. Da qui la sua ossessione per la carne e per il corpo ferito. Alla Sandretto Re Rebaudengo l’artista belga porta una serie di opere monumentali: calchi in cera colorata di pile di pelli conciate. L’impressione è quella di trovarsi in un cimitero, meglio: in un campo santo. L’immagine della distruzione del corpo ci trascina...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.