E se parlo di Hong Kong?

Giulia Pompili

Reporter:

Giulia Pompili

1

23/10/2019

Roma. Il colosso delle telecomunicazioni cinese Huawei ha dato una stretta alla libertà di espressione dei suoi dipendenti, anche in Europa, secondo alcuni documenti riservati ottenuti dal Foglio. Il codice di condotta interno dell’azienda, firmato ogni anno dai dipendenti delle sedi fuori dalla Cina di Huawei entro la fine di ottobre, stabilisce una serie di norme che apparentemente contrastano con quelle sulla libertà d’espressione previste dalla Costituzione, dallo Statuto dei lavoratori in Italia e dalla normativa europea sul lavoro. Al...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.