Cosa può imparare il Pd dalle piazze di Renzi e Salvini

8

21/10/2019

La seconda piazza, quella di Firenze, cercava invece di parlare a un popolo che non si riconosce più nel Pd, che non si riconosce più in Forza Italia, che non si riconosce nella coalizione di centrodestra e che pur riconoscendosi nello stato di necessità incarnato dal governo di svolta non si riconosce nella necessità di trasformare lo stato di necessità in un’alleanza strutturale. Sia Renzi sia Salvini hanno chiaro a quale mondo parlare e seppure in posizioni diverse entrambi i...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.