L’uomo di partito ostaggio del potere repressivo dello stato. Ricordo di Penati

8

10/10/2019

Al direttore - Filippo Penati è per noi che lo abbiamo avuto come dirigente politico, amministratore, e compagno di tante battaglie, un simbolo di come la storia possa rovinarti addosso da un momento all’altro, devastandoti. Ed anche l’esempio di come un uomo possa avere radici così forti, legami così autentici, convincimenti così radicati, da esser capaci di farvi fronte senza perdere il proprio spirito, il sorriso, la propria caratteristica grande umanità. Dopo la mostrificazione ad opera di questo assurdo e...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.