Una sentenza Ue che cambia Facebook

La Corte del Lussemburgo attribuisce al social responsabilità sui contenuti

3

04/10/2019

La Corte di giustizia europea in Lussemburgo ha emesso ieri una sentenza che avrà forti ripercussioni per la libertà d’espressione su internet. Rispondendo alla denuncia di una leader politica dei Verdi austriaci che aveva ricevuto commenti diffamatori su Facebook, la Corte ha deciso che il social network, dietro richiesta giudiziaria, deve cancellare non soltanto i post e i commenti diffamatori segnalati dagli interessati (cosa che già avviene), ma anche quelli “equivalenti”. Cosa significa? Finora la cancellazione dei contenuti su Facebook...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.