Il tardivo sconcerto dei vescovi italiani, che promettono battaglia a guerra ormai persa

La dura reazione della Cei, assente e silenziosa per un anno e ora impegnata a denunciare il trionfo della “cultura della morte”

Matteo Matzuzzi

Reporter:

Matteo Matzuzzi

5

27/09/2019

Roma. “Non comprendiamo come si possa parlare di libertà. Qui si creano i presupposti per una cultura della morte, in cui la società perde il lume della ragione. Stiamo assistendo a una deriva della società, dove il più debole viene indotto in uno stato di depressione e finisce per sentirsi inutile. E’ anomalo che un pronunciamento così forte e condizionante sul suicidio assistito arrivi prima che ci sia un passaggio parlamentare”. Toni duri quelli usati ieri da mons. Stefano Russo,...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.