Il passo di boris fuori dall’europa

Accordo o non accordo, l’Ue ha un altro grande problema con Londra: l’ambizione del premier inglese di trasformare il Regno in una Singapore sul Tamigi. Così la competizione con l’Ue sarebbe brutale

Reporter:

David Carretta

8

19/09/2019

D eal o no deal entro il 31 ottobre, l’Unione europea ha un altro grosso problema da quando la Brexit è nelle mani di Boris Johnson. Aldilà del dilettantismo con cui il premier britannico conduce i negoziati con Bruxelles e dei colpi di mano che amplificano il caos politico a Londra, Johnson sta uscendo non soltanto dall’Ue, dal mercato interno e dall’unione doganale. Boris sembra “voler uscire anche dall’Europa” intesa come entità geografica, economica e di sicurezza, spiega al Foglio...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.