Quanto imbarazzo crea difendere i manifestanti di Mosca e le elezioni libere

2

06/08/2019

Roma. Non è Bolotnaya, è qualcosa di più, ha detto Lyubov Sobol riferendosi alle proteste che iniziarono durante le elezioni parlamentari del 2011 per denunciare i brogli. Sobol è il volto irrequieto delle proteste che ogni fine settimana riempiono le vie centrali di Mosca, dove le autorità non hanno dato alla polizia soltanto l’ordine di sorvegliare sulle manifestazioni pacifiche, ma di sopprimerle. Queste proteste, organizzate per chiedere la riammissione dei candidati di opposizione alle elezioni di settembre per la Duma...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.