Memorie di uno smartphone che non ha perso la speranza

Reporter:

Micol Flammini

12

06/08/2019

Dopo essere passato di mano in mano in mano, sei mani in tutto, sono arrivato a lei. Già anziano, un po’ stanco, leggermente insoddisfatto, con qualche macchia che appare quasi come una lieve maculatura, nella parte bassa del mio schermo. Sono un iPhone cinque, un cinque esse per essere precisi, e io e lei siamo assolutamente separabili, a volte mi abbandona, mi lascia negli armadi, nei cassetti, alle casse dei supermercati, nelle macchine degli altri, nelle tasche degli altri, nelle...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.