Le follie si pagano

Reporter:

Valerio Valentini

1

02/08/2019

Roma. L’avevano liquidata con una battuta, i leghisti, quella mezza mostruosità che pure avevano deciso di ratificare approvando insieme agli alleati grillini la sospensione della prescrizione. “Tanto dopo le europee si rifaranno i conti”, sogghignava in Transatlantico all’epoca – era il dicembre scorso – il sottosegretario alla Giustizia del Carroccio, Jacopo Morrone, mentre i deputati del M5s festeggiavano fuori da Montecitorio il varo dello “Spazzacorrotti”, con tanto di cartelli in mano (“Attenzione: cambiamento in corso”) e coreografiche scenette sotto la...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.